Ultima modifica: 31 Ottobre 2018

B.E.S.

BES- Bisogni Educativi Speciali

P.E.I. ⇒ Apri        P.E.I.(infanzia e primaria)—-> PEI

P.D.F. ⇒ Apri

P.D.P. ⇒ Apri

Gli alunni con Bisogni Educativi Speciali( BES)  sono tutti quegli alunni che evidenziano una difficoltà nell’apprendimento e nella partecipazione sociale, rispetto alla quale è richiesto un intervento didattico mirato, individualizzato e personalizzato, nel momento in cui le normali misure e attenzioni didattiche inclusive non si dimostrano sufficienti a garantire un percorso educativo efficace.

La Direttiva Ministeriale del 27/12/2012 prevede che gli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) siano suddivisi in 3 macrocategorie che comprendono  tutte le possibili difficoltà educative e apprenditive degli alunni.

Tra queste:

1) DISABILITA’:   situazioni certificate  secondo la Legge 104/92

2) DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI:  di disturbo da deficit di attenzione, iperattività (ADHD),funzionamento intellettivo limite ( borderline).

3) SVANTAGGIO SOCIO-ECONOMICO,LINGUISTICO,CULTURALE che può portare a problematicità psicologica, comportamentale, relazionale, apprenditiva .

L’individuazione degli alunni con BES , pur restando di competenza dei docenti del Consiglio di Classe, è avallata:

-per gli alunni con disabilità , da apposita certificazione medico –legale ai sensi della legge 104/92

-per gli alunni con DISTURBI EVOLUTIVI, da documentazione clinica rilasciata da struttura pubblica e da motivazioni pedagogico-didattiche opportunamente verbalizzate dal team insegnante

-per gli alunni con SVANTAGGIO , da segnalazione sulla base di elementi oggettivi ( segnalazione di operatori dei servizi sociali) e/o da motivazioni pedagogico-didattiche , verbalizzate dal team insegnante.

“Le scuole – con determinazioni assunte dai Consigli di classe, risultanti dall’esame della documentazione clinica presentata dalle famiglie e sulla base di considerazioni di carattere psicopedagogico e didattico – possono avvalersi per tutti gli alunni con bisogni educativi speciali degli strumenti compensativi e delle misure dispensative previste dalle disposizioni attuative della Legge 170/2010 (DM 5669/2011), meglio descritte nelle allegate Linee guida.”

Le osservazioni rilevate dal team trovano  pertanto forma nel PDP ( Linee guida , allegate al D.M. 5669/2011, nonché circolare MIUR n. 8 del 6/3/2013).

 




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi